Il progetto

La Cabina di Regia attraverso un percorso politico e tecnico, partecipato e condiviso, ha selezionato, tra le 59 proposte progettuali presentate dai Comuni nel febbraio del 2011, 15 progetti di valenza sovraterritoriale, afferenti al territorio comunale di 32 municipalità, a cui assegnare il finanziamento, per un investimento complessivo superiore a 13 milioni di Euro.

Con la pdf D.D. 8 aprile 2011, n. 111 (1.17 MB) ha preso formalmente avvio la fase di progettazione preliminare invitando i Comuni interessati a presentare gli elaborati richiesti con richiesta di accesso al finanziamento.

Grazie al supporto di un apposito tavolo di progettazione costituito all’interno della Segreteria Tecnica, i proponenti e i progettisti sono stati accompagnati verso una progettazione il più possibile coerente con gli obiettivi generali, curando in particolare gli aspetti legati alla sostenibilità ambientale ed economica. A seguito di tale percorso, con la pdf D.D. 4 agosto 2011, n. 315 (40 KB) è stata approvato l’elenco dei progetti ammissibili a contributo.

Tra gli interventi che mirano a valorizzare gli aspetti fruitivi vi sono quelli proposti dall’Ambito di Venaria Reale, tesi ad integrare e dare continuità ai percorsi ciclopedonali lungo il torrente Stura, il torrente Ceronda e la tangenziale; quelli dell’Ambito di Torino che, in sinergia con il Parco del Po e della Collina Torinese, tendono al miglioramento della fruizione della strada Panoramica dei Colli; quelli dell’Ambito di Nichelino, tra cui il progetto dedicato a favorire la fruizione delle mete e l’accessibilità pedemontana del Monte San Giorgio (Parco provinciale) e quelli dell’Ambito di Settimo T.se dove il Comune di San Mauro T.se e di Castiglione hanno lavorato insieme per la Greenway della Collina.

Si è cercato di privilegiare, nel destinare i finanziamenti, quei progetti che meglio sono riusciti a coniugare obiettivi diversi e/o a creare sinergie e complementarietà con pianificazioni e programmazioni già avviate sul territorio: è il caso dell’Ambito di Nichelino che, sulla scia di quanto già intrapreso dal Contratto di Fiume del Sangone, ha concentrato l’attenzione sulla sistemazione naturalistica spondale e sulla fruizione ciclopedonale del torrente, avviando ben due progetti ad esso collegati. L’Ambito di Rivoli ha lavorato per ridefinire i bordi urbani avviando un progetto pilota di greenfront nel comune di Pianezza.

L’Ambito di Nichelino ha, inoltre, proposto un progetto per la valorizzazione del patrimonio storico-architettonico delle Residenze Reali tramite il ripristino e l’integrazione delle connessioni storiche tra il Sangone e il Chisola nel territorio del parco della Palazzina di Caccia di Stupinigi.

Sono stati finanziati anche progetti dedicati alla biodiversità, come nel caso del progetto elaborato dall’Ambito di Settimo Torinese, con cui si è ricostruito un ambiente boschivo di quasi 3,5 ettari nella zona denominata Parco Cascina Bordina.
L’Ambito di Rivoli, infine, sta realizzando interventi di rinaturalizzazione lungo le sponde della Dora Riparia e del Lago Fontanej presso la cascina Maria Bricca, che coniugano le esigenze di fruizione con quelle di rinaturalizzazione delle aree interessate.

A seguito della rinuncia di alcuni progetti ammessi a finanziamento, la Cabina di Regia ha deciso di assegnare il contributo che si è reso disponibile a due progetti che comparivano nella lista d’attesa della pdf D.D. 4 agosto 2011, n. 315 (40 KB) e precisamente al progetto del Comune di Torino, relativo alla realizzazione di un percorso ciclopedonale per un tratto di Lungo Stura Lazio e al progetto sovraterritoriale coordinato dal Comune di Nole relativo all’integrazione delle connessione ciclopedonale lungo la fascia fluviale del torrente Stura tra Venaria e Lanzo T.se.

Nella primavera del 2015, dopo un intenso lavoro di ricognizione e istruttoria effettuato dalla Cabina di Regia, con pdf Determinazione Dirigenziale n. 187 A19030 del 3 Aprile 2015 (383 KB) , ( pdf allegato 2 a colori (13 KB) ) sono stati riaperti i termini per la presentazione di nuove domande di ammissione a contributo per l’Asse III. Riqualificazione Territoriale - Attivita' III.1.1. "Tutela dei beni ambientali e culturali" - Progetto strategico "Corona Verde".
Le domande di accesso al finanziamento complete del progetto definitivo dell’intervento presentate entro il 20 aprile 2015 nel rispetto degli indirizzi e prescrizioni contenuti nel “Disciplinare per l’attuazione di interventi finalizzati al recupero, riqualificazione e valorizzazione del patrimonio culturale e naturale per la realizzazione del progetto strategico Corona Verde” approvato con D.D. n. 699 del 23 novembre 2010 così come modificato al punto 3 dell’art. 4.3 con la DD n. 163 dell’1 aprile 2014 e all’art. 3.1 con la DD n. 187 del 3 aprile 2015.

A seguito di tale percorso, con la D. D. n. 462 A19030 del 13 luglio 2015 è stata approvato l’elenco dei progetti ammissibili a contributo:

  • il progetto del Comune di Chieri volto alla riqualificazione ecosistemica del tratto urbano del Rio Tepice;
  • quello del Comune di Pino Torinese che porta a compimento la riqualificazione dei percorsi pedonali lungo la strada Panoramica dei Colli, già iniziata con i progetti del Comune di Torino e del Parco del Po e della Collina Torinese;
  • il progetto del Comune di Sant’Ambrogio, volto a ricostruire il corridoio verde per il passaggio dei camosci e la tutela delle orchidee selvatiche mediante la realizzazione di un ponte tibetano;
  • il progetto del Comune di Collegno, che consentirà la ricucitura paesaggistica e la riqualificazione ambientale dell’accesso sud del Parco Agronaturale della Dora.