Che cos'è

Mappa Regione Piemonte
Corona Verde è un progetto strategico a regia regionale che interessa l’area metropolitana e la collina torinese coinvolgendo il territorio di ben 93 comuni.
Il disegno strategico del progetto trova spunto a partire dagli studi e dalle proposte già elaborati dalla Regione Piemonte e dal Politecnico di Torino nel 2001.

Nel 2003, a seguito dello stanziamento di 12,5 milioni di Euro (D.G.R. n. 20-8927 del 7 aprile 2003), inseriti nel DOCUP 2000-2006, è stata avviata la prima fase attuativa del progetto che ha consentito il finanziamento di 30 interventi in 24 enti pubblici (5 Enti parco e 19 Comuni).
Nel 2007 il Politecnico di Torino ha definito uno specifico Schema Direttore a partire dal quale la Regione Piemonte ha avviato la seconda fase del progetto con un finanziamento pari a 10 milioni di Euro del Programma Operativo Regionale FESR Asse III: Riqualificazione territoriale - Attività III.1.1 Tutela dei beni ambientali e culturali (D.G.R. n. 89-12010 del 4/8/2010).

Piemonte Si è costituita una Cabina di Regia, supportata da una Segreteria Tecnica, in cui sono coinvolti la Regione Piemonte, la Provincia di Torino, il Parco del Po e della Collina Torinese e le rappresentanze territoriali organizzate, ai fini della progettazione, in pdf 6 Ambiti territoriali (937 KB) governati da altrettanti Comuni capofila (Chieri, Nichelino, Rivoli, Venaria Reale, Settimo Torinese e Torino).
Il percorso di governance ha messo a punto strumenti di coinvolgimento, di comunicazione e di collaborazione tra gli Enti e le comunità locali, inducendo utenti e operatori ad operare in stretta sinergia per il raggiungimento di obiettivi condivisi definiti in un pdf Protocollo di Intesa (6.56 MB) .

Mappa Corema Corona Verde intende realizzare un’infrastruttura verde che integri la Corona di Delitie delle Residenze Reali con la cintura verde, rappresentata dal patrimonio naturale dei parchi metropolitani, dei fiumi e delle aree rurali ancora poco alterate, per riqualificare il territorio metropolitano torinese e migliorarne la qualità di vita.
Il progetto intende mettere in luce i valori, le opportunità e le potenzialità di quest’area, che ha conosciuto rapidi e intensi processi di sviluppo economico e produttivo, promuovendo interventi che, oltre alla riqualificazione, giungano a ricostruirne l’immagine e i valori identitari.
La porzioni di territorio che ospitano le più importanti risorse o le situazioni critiche che necessitano di interventi fondamentali sono stati evidenziati in un disegno di estrema sintesi, delineando un corema generale della rete ambientale (ecologica e fruitiva).

Oltre a configurarsi come un grande sistema di spazi verdi capace di salvaguardare e connettere i grandi valori che ancora caratterizzano l’area torinese, il progetto si propone obiettivi quali:

  • la tutela ambientale e la riqualificazione delle componenti ecosistemiche di pregio;
  • il rafforzamento della funzione di corridoio ecologico dei corsi d’acqua e dei canali;
  • il potenziamento della fruizione in un sistema integrato che sia in grado di connettere le risorse naturalistiche e i sistemi storico-culturali;
  • il potenziamento ed il ridisegno dei bordi urbani per salvaguardare le aree aperte e contrastare il consumo di suolo;
  • l’affidamento all’agricoltura periurbana di un ruolo centrale nella gestione e nel mantenimento del sistema degli spazi aperti e dei paesaggi rurali tradizionali.