Regione Piemonte - Ambiente

In questa pagina:



Tematiche ambiente

banner

Programmazione 2000-2006

La coesione economica e sociale è da molti anni uno degli obiettivi prioritari dell'Unione europea. Secondo il Titolo XVII del Trattato di Amsterdam (artt. 158 - 162) i Fondi Strutturali e gli altri strumenti finanziari esistenti contribuiscono al conseguimento dei tre obiettivi prioritari in tema di coesione economica e sociale, vale a dire:

  • Obiettivo 1 Promuovere lo sviluppo e l'adeguamento strutturale delle regioni in ritardo di sviluppo.
    Finanziato da: FESR, FEOGA, SFOP
  • Obiettivo 2 Favorire la riconversione economica e sociale delle zone con difficoltà strutturali.
    Finanziato da: FESR, FSE
  • Obiettivo 3 Favorire l'adeguamento e l'ammodernamento delle politiche e dei sistemi di istruzione, formazione e occupazione. Questo obiettivo prevede interventi finanziari in regioni non interessate dall'obiettivo n.1 e fornisce un quadro di riferimento politico per l'insieme delle azioni a favore delle risorse umane su un territorio nazionale, salve le specificità regionali.
    Finanziato da: FSE

Programma DOCUP obiettivo 2 2000-2006

Il DOCUP PIEMONTE (Documento unico di programmazione) favorisce la riconversione economica e sociale delle zone con difficoltà strutturali - Obiettivo 2 - e delle zone in sostegno transitorio - phasing out. Solo le imprese, gli enti, i consorzi o le associazioni situati in comuni appartenenti a queste zone usufruiscono dei finanziamenti previsti dalle misure DOCUP.

 

Programma d'Iniziativa Comunitaria INTERREG III A Italia-Francia Alcotra 2000-2006

L'obiettivo di Alcotra è quello di far emergere, all'interno di una "cittadinanza europea" in via di costruzione e delle rispettive appartenenze nazionali, una specifica identità dei territori frontalieri, fondata non soltanto su ragioni geopolitiche e storico culturali, ma anche su condivise vocazioni di carattere economico e sociale.

 

Programma d'Iniziativa Comunitaria INTERREG III A Italia-Svizzera 2000-2006

L'obiettivo del programma Interreg Italia-Svizzera è contribuire al rafforzamento del processo di cooperazione transfrontaliera, favorendo l'integrazione delle aree di confine, stimolando uno sviluppo equilibrato e duraturo nel rispetto della salvaguardia dei delicati ecosistemi alpini e incrementando gli scambi tra le aree di confine sia a livello istituzionale che economico e sociale.

 

Programma LEADER regionale 2000-2006

Il Programma d’Iniziativa Comunitaria Leader prevede che gli Stati membri promuovano azioni finalizzate a incentivare lo sviluppo integrato e sostenibile delle zone rurali caratterizzate da bassa densità abitativa, invecchiamento della popolazione, costante esodo e calo dell'occupazione.
Il Programma Leader in Piemonte si pone come principale obiettivo quello di innovare, integrare e qualificare il sistema produttivo locale incrementando l'attrattività del territorio verso le imprese e nuovi residenti.
La specificità di LEADER è data dalla dinamica di programmazione "dal basso", per cui la scelta sulle tipologie di intervento e sulla quota di risorse da destinare a ciascuna di esse viene effettuata dai GAL (Gruppo Azione Locale).

Relazione sulle attività dell'Autorità Ambientale

Contributo dell'AA alla Valutazione ex-ante del Programma. A cura dell'Istituto Ricerche Economico-Sociali del Piemonte

 

Programma SVILUPPO RURALE 2000-2006

La normativa europea offre un approccio allo sviluppo rurale basato su criteri quali la competitività, il rispetto dell’ambiente, la qualità dei prodotti, la qualità della vita nelle aree rurali, la lotta allo spopolamento, la promozione della diversificazione delle attività.
Il PSR della Regione Piemonte recepisce questo approccio integrato allo sviluppo rurale. É il principale strumento programmatico, di intervento e finanziario a favore dell’agricoltura e dello sviluppo rurale da parte della Regione e degli Enti delegati (Province e Comunità Montane). Le misure più importanti in termini finanziari sono quelle rivolte all’agroambiente e agli investimenti nelle aziende agricole.