Regione Piemonte - Ambiente

In questa pagina:



Tematiche ambiente

banner

Acqua

img

L’acqua è un diritto e un patrimonio comune appartenente all’umanità e a tutte le specie viventi, bene pubblico essenziale per l’ambiente e per il progresso economico e sociale, da proteggere, condividere e utilizzare in quanto tale.

La Regione Piemonte persegue la protezione e la valorizzazione del sistema idrico piemontese nell’ambito del bacino di rilievo nazionale del fiume Po e nell’ottica dello sviluppo sostenibile della comunità.

leggi tutto


01/12/2016
Tavolo Nazionale Contratti di Fiume
AZIONI LOCALI E PARTECIPATE PER IL CAMBIAMENTO CLIMATICO
TORINO - 2 dicembre 2016 - Campus Luigi Einaudi
"Slides" relatori

03/03/2016
Approvazione delle "Linee guida regionali per l’installazione e la gestione delle sonde geotermiche"
Valorizzare in Piemonte l’uso delle sonde geotermiche, una tecnologia rinnovabile per captare e sfruttare il calore del terreno come fonte di energia. È questo l’obiettivo delle “Linee guida regionali per l’installazione e la gestione delle sonde geotermiche”, approvate con Determinazione dirigenziale del settore Tutela delle acque della Direzione Ambiente, Governo e Tutela del territorio della Regione Piemonte.
Il documento fornisce agli enti locali e agli operatori del settore indicazioni di carattere tecnico sull’utilizzo delle risorse geotermiche a basso contenuto termico nel rispetto dell’ambiente e tutelando le acque sotterranee. Si affrontano in maniera dettagliata le varie fasi di progettazione, installazione, collaudo, gestione e dismissione delle sonde geotermiche, sensori necessari a prelevare il calore dal terreno e a utilizzarlo come fonte energetica.

21/01/2014
La Regione Piemonte ha ottemperato ai disposti della norma di recepimento nazionale della direttiva 2000/60/CE identificando, ai sensi dell’allegato 3 alla parte terza del d.lgs 152/2006, come modificato dal DM 56 del 14 aprile 2009, 11 potenziali siti di riferimento fluviali, su un totale di 439 corpi idrici significativi soggetti ad obiettivi di qualità. L’elenco dei potenziali siti di riferimento è stato notificato al Ministero dell'Ambiente, che ha in corso il processo di validazione per la conferma definitiva delle proposte regionali realtive all’intero teritorio nazionale.