Regione Piemonte - Agricoltura - SIAP - Faq

In questa pagina:


Faq

Che cos’è il SIAP (Sistema Informativo Agricolo Piemontese)

Il SIAP è il Sistema Informativo Agricolo Piemontese. E’ un sistema federato che interconnette le Pubbliche Amministrazioni del Piemonte (Regione, ARPEA, Province, Comunità Montane) che, a vario titolo, interagiscono con le aziende agricole, agro-alimentari e con gli altri soggetti interessati in materia di agricoltura e sviluppo rurale. Tutte le informazioni e i dati confluiscono in un sistema centrale condiviso da tutti gli Enti coinvolti.

L’Anagrafe Agricola Unica del Piemonte rappresenta la componente centrale del sistema informativo, intorno alla quale è organizzata l’attività amministrativa degli Enti competenti in materia di Agricoltura. E’ costituita da tutte le imprese agricole ed agro-alimenatri le quali potranno essere registrate in Anagrafe in qualsiasi momento, ma comunque prima dell’attivazione di qualunque rapporto con la Pubblica Amministrazione.

Tutti i procedimenti amministrativi in materia di agricoltura, i quali prendono avvio con la presentazione di una domanda da parte dell’azienda, si avvalgono dei dati contenuti nell'Anagrafe e tutte le fasi dei procedimenti amministrativi sono gestite – dai vari Enti competenti - in forma esclusivamente informatica attraverso il SIAP.

I vantaggi che ne conseguono sono:

  • Identificazione univoca dell’Azienda Agricola attraverso il Codice Unico dell'Azienda Agricola (CUAA), il quale coincide con il codice fiscale del titolare per le ditte individuali, mentre negli altri casi è rappresentato dalla partita IVA dell’azienda.
  • Utilizzo comune, a tutti i settori di intervento, dei dati registrati  in Anagrafe. Gli stessi dati non devono essere reintrodotti ad ogni nuovo atto amministrativo e vengono univocamente validati in  Anagrafe all’atto della loro registrazione.
  • Utilizzo di servizi e procedure “standardizzate” per la gestione degli adempimenti amministrativi in Agricoltura
  • Vista d’insieme delle informazioni  di ogni Azienda  Agricola
  • Trasparenza e semplificazione dell’azione amministrativa.

Come può utilizzare il SIAP un’azienda agricola

Il SIAP mette a disposizione delle aziende agricole, agro-alimentari e dei loro intermediari professionali i servizi on-line per l’Agricoltura finalizzati a:

  • Consultare la propria posizione in Anagrafe e verificare tutti i dati della propria azienda utilizzati dalla Pubblica Amministrazione per la gestione ed il controllo delle proprie  pratiche
  • Compilare on-line via web ed inviare in modalità telematica le domande di premio, contributo o di richiesta di autorizzazione alle Amministrazioni Pubbliche competenti in materia agricola
  • Controllare on-line lo stato di avanzamento di tutte le pratiche in materia di agricoltura avanzate presso la Pubblica Amministrazione senza ricorrere al contatto con gli operatori degli Enti coinvolti.
  • Verificare l’avvenuta erogazione di tutti i pagamenti a proprio beneficio.

 

Tutti i servizi on-line per l’Agricoltura del SIAP sono pubblicati sul canale Agricoltura del portale Sistema Piemonte, nella sezione dedicata ai servizi per le aziende agricole.

Come accedere ai servizi on line per l’agricoltura

Tutti i servizi on line SIAP sono pubblicati sul canale “Agricoltura” del portale SistemaPiemonte, nella sezione dedicata ai servizi per le servizi per le aziende agricole.

I titolari/legali rappresentanti delle aziende agricole e agro-alimentari possono accedere ai servizi utilizzando le credenziali di accesso (nome utente e password) ottenute con la registrazione sul portale SistemaPiemonte o in alternativa utilizzando, qualora disponibile, la Carta Nazionale dei Servizi (CNS) personale.

Dove si effettua la registrazione su SistemaPiemonte

La registrazione su SistemaPiemonte avviene alla pagina www.sistemapiemonte.it/registrazione. Al termine vengono erogati all’utente nome utente e password per accedere ai servizi.

In caso di problemi durante la registrazione è possibile chiamare il numero verde 800 450 900 per ricevere assistenza, oppure inviare una e-mail di richiesta informazioni a info@sistemapiemonte.it.

Come avviene la registrazione su SistemaPiemonte

Il processo di registrazione avviene attraverso 3 fasi, il completamento di ciascuna delle quali è vincolante per l'accesso alla fase successiva. Il rilascio delle credenziali complete avviene solo al termine dell'intera procedura e se tutte le fasi sono terminate con successo.

  • pre-registrazione: è necessario fornire i propri dati anagrafici e gli estremi di un documento d’identità, oltre ad alcuni dati facoltativi (contatti telefonici, indirizzo di posta elettronica e dati di domicilio presso il quale ricevere il PIN, che è il codice di identificazione personale).
  • verifica dell'identità o fase del riscontro: può essere necessario (a seconda del Comune di residenza del richiedente) l’invio di una copia del documento di identità e del codice fiscale al numero di fax 011/31.65.641. Non per tutti i Comuni piemontesi è infatti possibile fare un controllo telematico dei dati inseriti. In tal caso il richiedente riceve una e-mail dell’avvenuto riscontro (o le eventuali motivazioni del rifiuto).
  • attivazione dei codici di accesso: il richiedente può scegliere un nome utente e una password e la coppia domanda/risposta per l’eventuale recupero delle stesse. Con questi codici di accesso, immediatamente attivi, il titolare/rappresentante legale di un’azienda agricola può accedere ai servizi per l’agricoltura sul portale SistemaPiemonte.

Al termine del processo di registrazione il richiedente riceve per posta il PIN all’indirizzo di domicilio scelto nella fase di registrazione.

Si consiglia di consultare le istruzioni nella sezione FAQ.

Come si iscrive in Anagrafe un’azienda agricola

Per essere iscritta in Anagrafe un’azienda agricola deve costituire il proprio Fascicolo aziendale presso uno dei Centri di Assistenza in Agricoltura (CAA) convenzionati, a cui il titolare/legale rappresentante deve conferire formale mandato a operare. Il CAA provvede a iscrivere l’azienda in Anagrafe e a registrarne i dati.

Ogni successiva ed eventuale variazione anagrafica o strutturale dell’azienda agricola deve essere comunicata tempestivamente al CAA. Inoltre su base annuale l’azienda -contestualmente alla prima pratica che intende avviare- deve dichiarare il proprio piano colturale, che viene registrato e validato a sistema dal CAA.

L’iscrizione in anagrafe è valida fino a esplicita richiesta di cessazione da parte della stessa o fino a che l’azienda risulti essere attiva sulla base dei riscontri effettuati su banche dati gestite da Enti certificatori (ad esempio l’Anagrafe tributaria).

Come si iscrivono in Anagrafe i soggetti diversi dalle aziende agricole

I soggetti diversi dalle aziende agricole possono rivolgersi direttamente alla Direzione Agricoltura della Regione Piemonte o agli gli Uffici Agricoltura delle Province per la costituzione del Fascicolo aziendale e per la registrazione in anagrafe.

A tal fine occorre compilare i moduli scaricabili nella sezione “modulistica” del sito istituzionale della Regione Piemonte . I moduli sono predisposti in forma di dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, ai sensi del DPR 445/2000, e devono essere sempre accompagnati da una fotocopia leggibile di un documento d’identità valido.

Le richieste d’iscrizione devono essere accompagnate dalla lettera di trasmissione, nella quale viene indicato il procedimento amministrativo che si intende attivare.

L’iscrizione in anagrafe è valida fino a esplicita richiesta di cessazione da parte della stessa o fino a che l’azienda risulti essere non più attiva sulla base dei riscontri effettuati su banche dati gestite da Enti certificatori (ad esempio l’Anagrafe tributaria).

Come si consultano i dati contenuti in Anagrafe

Il servizio on line “Anagrafe agricola unica” è pubblicato sul canale “Agricoltura” del portale SistemaPiemonte .
Possono accedere i titolari/legali rappresentanti delle aziende in possesso della Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o delle credenziali di accesso (nome utente e password) ottenute con registrazione su SistemaPiemonte all’indirizzo www.sistemapiemonte.it/registrazione.

Il titolare/legale rappresentante dell’azienda in anagrafe ha visibilità esclusivamente dei dati della propria azienda, che è univocamente identificata  dal Codice Unico dell'Azienda Agricola (CUAA); esso coincide con il codice fiscale del titolare per le ditte individuali, mentre negli altri casi è rappresentato dalla partita IVA dell’azienda.
In particolare può verificare:

  • tutti i dati della propria azienda utilizzati dalla Pubblica Amministrazione per la gestione e il controllo delle pratiche;
  • lo stato di avanzamento delle pratiche presentate in materia di agricoltura e sviluppo rurale e i pagamenti di cui l’azienda è beneficiaria.

I dati in Anagrafe possono essere:

  • dichiarati: sono desunti dalla documentazione cartacea che l’azienda è tenuta a produrre e che viene conservata nel Fascicolo aziendale (ad esempio i titoli di conduzione dei terreni);
  • certificati: sono riscontrati attraverso banche dati pubbliche (ad esempio i dati di iscrizione al Registro Imprese o i diritti di produzione di cui è titolare l’azienda) ovvero desunti a seguito di un processo istruttorio a cura di una Pubblica Amministrazione (ad esempio le superfici investite a vite). I dati certificati vengono reperiti e certificati in automatico dal sistema e pertanto -sulla base dei principi di semplificazione e trasparenza amministrativa– l’azienda non è tenuta a produrre documentazione cartacea.

Le banche dati utilizzate in anagrafe per la certificazione e la validazione dei dati delle aziende e consultabili in tempo reale dall’utente sono:

  • Anagrafe tributaria;
  • Registro Imprese;
  • Banca Dati Nazionale Zootecnica (BDN);
  • Catasto terreni;
  • Albi vigneti del Piemonte;
  • registri nazionali dell’Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura (quote latte, titoli di produzione).

In anagrafe è possibile inoltre verificare le informazioni del Sistema Informativo Geografico (GIS) inerenti i terreni in conduzione all’azienda. In particolare, per ogni appezzamento si può prendere visione dell’ortofoto digitale soprapposta alla cartografia catastale, con le correlate informazioni (grafiche ed alfanumeriche) di eleggibilità ad aiuto delle colture dichiarate.

Che cos’è il Sistema Informativo Geografico (GIS) dell’Agricoltura

Il Sistema Informativo Geografico (GIS) è la componente del SIAP (Sistema Informativo Agricolo Piemontese) utilizzata dalla Pubblica Amministrazione per il controllo del territorio e si avvale di un'unica banca dati grafica, comprensiva delle ortofoto di tutto il territorio regionale, alla quale fanno riferimento tutte le informazioni alfanumeriche e tutti i "tematismi" agricoli.

IL GIS rende disponibili in modo uniforme, omogeneo e georeferenziato le informazioni di interesse agricolo relative al territorio regionale e consente pertanto di valutare l'esigibilità degli aiuti comunitari richiesti dalle imprese agricole. Tali esigenze di controllo sono espresse dall’Unione Europea per i vari settori di intervento e sono recepite obbligatoriamente da parte di ogni Stato membro.

Come è stato realizzato il GIS

Il GIS è strutturato sulla base di 3 componenti cartografiche principali:

  • ortofoto/ortoimmagine digitale: rappresenta l'immagine del territorio e costituisce la fonte oggettiva di riscontro dei dati contenuti nelle domande di aiuto presentate dalle aziende agricole per i settori di intervento. Esse sono ottenute attraverso riprese aerofotografiche ovvero attraverso l'acquisizione di immagini satellitari ad alta o altissima risoluzione (VHR);
  • cartografia catastale (Catasto terreni): costituisce lo strato amministrativo del GIS <acronym title “Sistema Informativo Geografico”> e per la Pubblica Amministrazione costituisce il sistema unico per l’identificazione delle porzioni del territorio. In particolare la cartografia catastale rappresenta il riferimento per l’identificazione geografica degli appezzamenti colturali oggetto delle domande di aiuto da parte delle aziende. Attraverso la sovrapposizione della cartografia catastale all'ortofoto digitale è possibile localizzare e identificare ogni singola porzione di territorio appartenente alle aziende;
  • tematismi agricoli: sono costituiti dai dati grafici che rappresentano porzioni di territorio corrispondenti ad appezzamenti omogenei per colture (vigneto, seminativo, etc.). I tematismi vengono determinati da operatori esperti mediante operazioni di foto-interpretazione e rappresentano l'area eleggibile ad aiuto per ciascuna coltura.

Oltre le tre componenti principali descritte, nel GIS sono presenti ulteriori livelli informativi:

  • parchi;
  • aree protette;
  • zone natura 2000;
  • comprensori irrigui;
  • aree irrigate.

Quali dati geografici si possono consultare con il GIS

Le informazioni geografiche e territoriali sono consultabili attraverso l’Anagrafe Agricola Unica del Piemonte.
Per ogni appezzamento in conduzione all’impresa il suo titolare/legale rappresentante può:

  • visualizzare l’ortofoto digitale sovrapposta alla cartografia catastale (anche le meno recenti);
  • prendere visione –mediante dati sia grafici che alfanumerici– delle informazioni di eleggibilità ad aiuto di ciascuna coltura dichiarata sull’appezzamento.

Il servizio on line “Anagrafe Agricola Unica” è pubblicato sul canale “Agricoltura” del portale SistemaPiemonte .

Possono accedere a questo servizio i titolari/legali rappresentanti delle aziende in possesso della Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o delle credenziali di accesso (nome utente e password) ottenute con la registrazione on line sul portale SistemaPiemonte all’indirizzo www.sistemapiemonte.it/registrazione.

Come posso consultare i dati dello Schedario Vitivinicolo del Piemonte

I coltivatori di vigneti per una superficie complessiva superiore a mq 1.000 sono tenuti a iscrivere tali superfici nello schedario viticolo, che per la normativa vigente è l’archivio con le informazioni analitiche relative alle superfici coltivate a vite, alla loro collocazione catastale e al conduttore.
In Piemonte – a partire dal 2008 – lo schedario è stato integrato nell’Anagrafe Agricola Unica, dove sono censite le superfici impiantate (unità vitate) sul territorio regionale e i diritti di impianto e reimpianto di ogni produttore.
Attraverso l’Anagrafe Agricola Unica il titolare/legale rappresentante di un’azienda vitivinicola può verificare:

  • dati dell’azienda e informazioni collegate a ogni vigneto registrato, compresi i dati di iscrizione negli albi delle denominazioni di origine (Albi vigneti);
  • entità dei diritti di impianto di cui l’azienda è titolare;
  • ortofoto digitale di ogni vigneto, sovrapposta alla cartografia catastale;
  • informazioni, grafiche e alfanumeriche, di eleggibilità ad aiuto della superficie su cui ogni vigneto insiste.

Il servizio on line “Anagrafe Agricola Unica” è pubblicato sul canale “Agricoltura” del portale SistemaPiemonte
Possono accedere al servizio i titolari/legali rappresentanti delle aziende in possesso della CartaNazionale dei Servizi (CNS) o delle credenziali di accesso (nome utente e password) ottenute con registrazione on line sul portale SistemaPiemonte all’indirizzo www.sistemapiemonte.it/registrazione.

Quali domande del settore Vitivinicolo si presentano on line

I titolari/legali rappresentanti delle aziende vitivinicole devono avvalersi dei servizi on line per presentare le seguenti istanze amministrative:

  • richieste di autorizzazione all'estirpazione e reimpianto dei vigneti;
  • domande di estirpazione con premio;
  • domande di premio per la ristrutturazione dei vigneti;
  • dichiarazione annuale di produzione e commercio dei prodotti vitivinicoli;
  • dichiarazione annuale vitivinicola di raccolta uve e produzione vinicola.

I servizi sono pubblicati sul canale “Agricoltura” del portale SistemaPiemonte, nella sezione dedicata alle aziende agricole.

Quali domande di premio o contributo si presentano on line

I titolari/legali rappresentanti delle aziende devono avvalersi dei servizi on line per presentare domanda di aiuto per i seguenti interventi:

  • premi previsti dal regime di pagamento unico (Domanda unica, Domanda di accesso alla riserva nazionale titoli, etc.), di cui al Reg (CE) 1782/03;
  • premi e contributi previsti dalle misure del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 della Regione Piemonte;
  • contributi in conto capitale o in conto interesse per interventi specifici, finanziati con fondi regionali e nazionali (ad esempio danni da avversità atmosferiche, meccanizzazione agricola).

I servizi sono pubblicati sul canale “Agricoltura” del portale SistemaPiemonte, nella sezione dedicata alle aziende agricole (www.sistemapiemonte.it/agricoltura/aziende).

Ogni richiesta di finanziamento va presentata in adesione a uno specifico bando o a seguitodell’apertura di una campagna, all’interno dei termini di decorrenza previsti.

Le informazioni su bandi e campagne aperte sono disponibili sui siti istituzionali della Regione Piemonte , di ARPEA e sul canale “Agricoltura” del portale SistemaPiemonte alla voce “agenda – scadenze”.

Come si compila una domanda una on line

Per presentare una domanda on line il titolare/legale rappresentante di un’azienda deve:

  • se è titolare di un’azienda agricola deve aver già costituito e depositato il proprio fascicolo aziendale presso uno dei CAA <acronym title “Centri di Assistenza in Agricoltura”> convenzionati, che provvede a iscrivere l’azienda all'Anagrafe Agricola Unica del Piemonte e a validare le informazioni registrate;
  • se è titolare di un’azienda NON agricola occorre compilare uno o più moduli, scaricabili dalla sezione “modulistica” del sito istituzionale della Regione Piemonte . I moduli sono predisposti in forma di dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, ai sensi del DPR 445/2000, e devono essere sempre accompagnati da una fotocopia leggibile di un documento d’identità valido. Le richieste d’iscrizione devono essere accompagnate dalla lettera di trasmissione, nella quale viene indicato il procedimento amministrativo che si intende attivare;
  • essersi registrato su SistemaPiemonte ed essere in possesso dei codici di accesso ai servizi (nome utente epassword).

Dopo aver selezionato il servizio on line di interesse (ad esempio “Programma di sviluppo rurale”) e aver inserito le proprie credenziali, il sistema presenta una finestra di scelta del bando, della campagna o della tipologia di autorizzazione. Il sistema crea automaticamente la domanda con tutti i dati validati in anagrafe in riferimento all’azienda e richiesti dall’istanza amministrativa.
L’utente deve inserire i dati specifici di quella domanda e selezionare le dichiarazioni proposte dal sistema che risultino di pertinenza per l’azienda. Per ogni dato inserito il sistema applica controlli per verificarne la correttezza e garantire l’esatta compilazione della pratica.

Al termine della compilazione, che può avvenire in più sessioni senza che alcun dato vada perduto, è possibile stampare copia della domanda e procedere al successivo invio telematico all’amministrazione di competenza, che viene indicata dal sistema. La domanda, stampata e debitamente sottoscritta, deve essere di norma anche recapitata all’Ente competente per l’istruttoria.

I servizi per la compilazione on line delle domande sono pubblicati sul canale “Agricoltura” del portale SistemaPiemonte, nella sezione dedicata alle aziende agricole.

Come si controlla lo stato di avanzamento di una pratica

Coloro che abbiamo avviato, in proprio o tramite un CAA, una pratica on line sul SIAP, possono controllarne in ogni momento lo stato di avanzamento.
Per ogni domanda il sistema registra l’iter amministrativo, dalla presentazione alla liquidazione o all’emissione del provvedimento autorizzativo, indipendentemente dall’Ente competente.
Le fasi del procedimento amministrativo, che ha inizio con la presentazione di una domanda da parte dell’azienda, sono tracciate attraverso la data in cui viene effettuata un’operazione significativa dal punto di vista amministrativo, alla quale vengono associate altre informazioni utili:

  • trasmissione telematica: viene registrata la data e l’utente che ha effettuato la trasmissione;
  • presa in carico: vengono registrati il numero e la data del protocollo dell’Ente che ha ricevuto la domanda stampata e sottoscritta dal beneficiario; l’informazione è accompagnata dal nome del funzionario che ha effettuato l’operazione;
  • apertura dell’istruttoria: viene registrata la data in cui viene aperta sul sistema la pratica dal funzionario istruttore; l’informazione è accompagnata dal nome del funzionario che ha effettuato l’operazione;
  • chiusura dell’istruttoria: viene registrata la data in cui viene chiusa la pratica dal funzionario istruttore, l’informazione è accompagnata dall’esito;
  • liquidazione: viene registrata la data nella quale una pratica istruita e collaudata con esito positivo viene inserita in un elenco di liquidazione che sarà trasmesso ad ARPEA l’informazione è accompagnata dagli estremi della lista di liquidazione;
  • pagamentoe importo erogato: viene indicata la data in cui ARPEA invia alla Tesoreria il mandato di pagamento; l’informazione è accompagnata dagli estremi del mandato ARPEA.

Come si controlla l’iter di una pratica

Il titolare/legale rappresentante dell’azienda che abbia avviato la pratica può verificarne lo stato di avanzamento presso l’Amministrazione di competenza collegandosi al servizio (ad esempio Programma di Sviluppo Rurale) e utilizzando i codici di accesso (nome utente e password) ottenuti con la registrazione su SistemaPiemonte .

Analoga informazione è consultabile nell’Anagrafe Agricola Unica. Accedendo con le proprie credenziali il titolare/legale rappresentante può prendere visione dell’iter amministrativo (in corso o già concluso) di ogni pratica avanzata presso la Pubblica Amministrazione di competenza della propria azienda, anche se la stessa è stata compilata da un CAA.

Come si può controllare l’avvenuto pagamento di una richiesta di premio o contributo

È disponibile un servizio on line ad accesso libero per la consultazione dei pagamenti effettuati da ARPEA. Tale servizio, denominato “Albo dei beneficiari di ARPEA”, è pubblicato sul canale “Agricoltura” del portale SistemaPiemonte, nella sezione dedicata ai servizi per le aziende agricole.
Inserendo il CUAA dell’azienda o la sua denominazione o parte di essa preceduta dal carattere % è possibile visualizzare i pagamenti effettuati da ARPEA di cui l’azienda è stata beneficiaria (ad esempio, si inserisce “%ross” per cercare le aziende che contengono la stringa di caratteri “ross” nella denominazione).