Regione Piemonte - Agricoltura - PSR 2014-2020

In questa pagina:


Regimi di aiuto previsti dal PSR 2014-2020

Informazioni generali

Il Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Piemonte è stato approvato con decisione della Commissione europea C(2017)1430 del 23 febbraio 2017 e recepito con deliberazione della Giunta regionale n. 15-4760 del 13 marzo 2017.

Normativa di riferimento

La base giuridica principale in merito ai regimi di aiuto previsti dal PSR è l’art. 81 del Reg. (UE) n. 1305/2013, che prevede l’applicazione degli artt. 107, 108 e 109 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea (TFUE) per i finanziamenti non rientranti nel campo di applicazione dell’art. 42 dello stesso TFUE; ciò significa che se le misure PSR comprendono interventi non ricadenti in ambito agricolo, questi devono essere comunicati o notificati alla Commissione europea seguendo uno di questi regolamenti:

  • Reg. (UE) n. 702/2014 della Commissione, del 25 giugno 2014, che dichiara compatibili con il mercato interno, in applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea, alcune categorie di aiuti nei settori agricolo e forestale e nelle zone rurali e che abroga il regolamento della Commissione (CE) n. 1857/2006 (ABER) - (GUUE L 193/2014)
  • Reg. (UE) n. 651/2014 della Commissione, del 17 giugno 2014, che dichiara alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato interno in applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato (GBER) - ( GUUE L 187/2014)
  • Reg. (UE) n. 1407/2013 della Commissione, del 18 dicembre 2013, relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea agli aiuti «de minimis» (de minimis non agricolo) - (GUUE  L 352/2013)
  • Reg. (UE) n. 1408/2013 della Commissione, del 18 dicembre 2013, relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea agli aiuti «de minimis» nel settore agricolo - 24.12.2013 L 352/9; per maggiori informazioni si rimanda alla pagina pagina dedicata agli Aiuti “de minimis”
  • Orientamenti dell’Unione europea per gli aiuti di Stato nei settori agricolo e forestale e nelle zone rurali 2014-2020 (2014/C 204/01) - (GUUE C 204/2014)
  • Comunicazione della Commissione che modifica gli orientamenti dell’Unione europea per gli aiuti di Stato nei settori agricolo e forestale e nelle zone rurali 2014-2020 (2015/C 390/05) - (GUUE C 390/2015)
  • Rettifica degli orientamenti dell’Unione europea per gli aiuti di Stato nei settori agricolo e forestale e nelle zone rurali 2014-2020 (2016/C 265/06) - (GUUE  C 265/2016)
  • Comunicazione della Commissione sulla nozione di aiuto di Stato di cui all’articolo 107, paragrafo 1, del trattato sul funzionamento dell’Unione europea (2016/C 262/01) - (GUUE C 262/2016)

 

Le procedure tecniche da utilizzare sono inoltre dettagliate nei seguenti regolamenti:

  • Regolamento (CE) n. 794/2004 della Commissione, del 21 aprile 2004, recante disposizioni di esecuzione del regolamento (CE) n. 659/1999 del Consiglio recante modalità di applicazione dell'articolo 93 del trattato CE - 30.4.2004 L 140/1
  • Regolamento (UE) 2015/1588 del Consiglio del 13 luglio 2015 sull'applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea a determinate categorie di aiuti di Stato orizzontali (codificazione) - (GUUE L 248/2015)
  • Regolamento (UE) 2015/1589 del Consiglio, del 13 luglio 2015, recante modalità di applicazione dell'articolo 108 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea (codificazione) - (GUUE L 248/2015)
  • Regolamento (UE) 2015/2282 della Commissione, del 27 novembre 2015, che modifica il regolamento (CE) n. 794/2004 per quanto riguarda i moduli di notifica e le schede di informazioni - (GUUE L 325/2015)
  • Regolamento (UE) 2016/246 della Commissione, del 3 febbraio 2016, che modifica l’allegato I del regolamento (CE) n. 794/2004 per quanto riguarda i moduli da utilizzare per la notifica degli aiuti di Stato nei settori agricolo e forestale e nelle zone rurali (GUUE L 51/2016)

Registro Nazionale degli Aiuti

A partire dal 12 agosto 2017, nell’ambito dell’istruttoria degli aiuti di stato diviene obbligatorio l’utilizzo del Registro Nazionale degli Aiuti (RNA), così come indicato nel comunicato del Ministero dello Sviluppo Economico  (MISE) disponibile alla pagina http://www.sviluppoeconomico.gov.it/index.php/it/198-notizie-stampa/2036901-registro-nazionale-aiuti-di-stato

Per ulteriori dettagli, si veda il testo del Decreto del Ministero dello sviluppo economico del 31 maggio 2017, n. 115  “Regolamento recante la disciplina per il funzionamento  del  Registro nazionale degli aiuti di Stato, ai sensi dell'articolo 52,  comma  6, della legge 24  dicembre  2012,  n.  234  e  successive  modifiche  e integrazioni. (17G00130)  (GU n.175 del 28-7-2017)

Alcune indicazioni operative sono reperibili altresì nella presentazione svolta nel seminario di aggiornamento Registro Aiuti di Stato SIAN tenutosi in data 28 giugno a cura del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Dettaglio interventi

Misura 1 “Trasferimento di conoscenze e azioni di informazione” - Aiuto SA.46563(2016/XA)

Misura 3 “Regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari” - Aiuto SA.46564(2016/XA)

Operazione 4.2.1 “Trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli” - Aiuto SA.48339 (2017/XA)

Operazioni 4.3.2 “Ripristino di strade e acquedotti rurali al servizio di più aziende agricole” e 4.3.4 “Infrastrutture per l’accesso e la gestione delle risorse forestali e pastorali” - Aiuto SA.48340 (2017/XA)

Operazione 7.5.1 “Infrastrutture turistico ricreative ed informazione” - Aiuto SA.47395

Misura 8 “Investimenti nello sviluppo delle aree forestali e nel miglioramento della redditività delle foreste” - Aiuto SA.46566(2016/XA)

Operazione 12.2 “Compensazione del mancato reddito e dei costi aggiuntivi da vincoli ambientali nelle aree forestali dei siti Natura 2000” - Aiuto SA.46567(2016/XA)