Regione Piemonte - Agricoltura - Testo vigente e versioni approvate

In questa pagina:


Versioni PSR approvate

Testo vigente

Comunicazione

Altri documenti

Anno 2015 (2)

  • Testo (pdf 8,4 MB) approvato con nota della Commissione europea Ares (2015)3927994 del 23 settembre 2015 e recepito con deliberazione della Giunta regionale n. 18 - 2151 del 28 settembre 2015
  • Allegati (pdf 8,6 MB) (Parti II, III, IV, V, VI , VII, VIII, IX, X)
  • Scheda di notifica delle modifiche (pdf 373 KB)
  • Lettera di trasmissione (pdf 488 Kb)

Anno 2015 (1)

  • Testo (pdf 9,80 MB) approvato con nota della Commissione europea Ares(2015)2313186 inviata via SFC il 3 giugno 2015
  • Allegati (pdf 10,5 MB) (Parti II, III, IV, V, VI , VII, VIII, IX, X) 
  • Scheda di notifica delle modifiche (pdf 306 KB)
  • Lettera di trasmissione (pdf 479 Kb)

Anno 2013 (2)

  • Testo (pdf 10 Mb) approvato con nota della Commissione europea Ares(2013)2866363 inviata via SFC il 12 agosto 2013 e recepito con deliberazione della Giunta regionale n. 18 - 6393 del 23 settembre 2013
  • Allegati (pdf 10 Mb) (Parti II, III, IV, V, VI , VII, VIII, IX, X) 
  • Scheda di notifica delle modifiche testuali (pdf 245 Kb)
  • Scheda di notifica delle modifiche finanziarie (pdf 247 Kb)
  • Lettera di trasmissione e risposta alle osservazioni della Commissione (pdf 690 Kb)

Anno 2013 (1)

  • Testo (pdf 11,6 MB) approvato con decisione della Commissione europea C (2012) 9804 del 19 dicembre 2012 e con successiva nota della stessa Commissione FK/ll (2013) 39764 inviata via SFC il 15 gennaio 2013 e recepito con deliberazione della Giunta regionale n. 12 - 5241 del 21 gennaio 2013
  • Allegati (pdf 10,8 MB) (Parti II, III, IV, V, VI , VII, VIII, IX, X)
  • Scheda di notifica delle modifiche (pdf 221 KB) testuali
  • Allegato 1 (pdf 15 KB) alla scheda modifiche testuali - Demarcazione OCM vino
  • Scheda di notifica delle modifiche (pdf 256 KB) finanziarie
  • Lettera (pdf 1,3 MB) di trasmissione

Anno 2012

  • Testo (pdf 10,066 KB)approvato con decisione della Commissione europea C(2012)2248 del 30 marzo 2012 e con comunicazione della Commissione europea Ares(2012)457451 del 16 aprile 2012, recepito con deliberazione della Giunta regionale n. 13-3885 del 21 maggio 2012
  • Allegati (pdf 6,852 KB) (Parti II, III, IV, V, VI , VII, VIII, IX, X)
  • Scheda di notifica (pdf 312 KB) delle modifiche generali
  • Scheda di notifica (pdf 183 KB) delle modifiche finanziarie
  • Lettera (pdf 359 KB) di trasmissione

Anno 2009 - Health Check

  • Testo integrato (pdf, 11 MB), adottato con DGR n. 26-11745 del 13 luglio 2009, integrato con modifiche Health Check al 10 dicembre 2009 e approvato con decisione della Commissione europea C(2010)1161 del 1° marzo 2010.
  • Tabella 7 (pdf, 58 KB) Ripartizione indicativa per misura di sviluppo rurale (tabella ufficiale vigente con importi non ricalcolati dal sistema monit-sfc2007)
  • Allegati (pdf, 8.86 MB), testo integrale contenente le Parti II, III, IV, V, VI , VII, VIII, IX
  • Scheda di notifica delle modifiche (pdf, 620 KB) (dicembre 2009)
  • Osservazioni della Commissione europea (pdf, 884 KB)
  • Lettera (pdf, 1,13 MB) di risposta alle osservazioni della commissione europea

Anno 2008

Anno 2007

La proposta definitiva del Programma di sviluppo rurale (PSR) della Regione Piemonte 2007-2013 modificata e integrata a seguito delle osservazioni della Commissione europea del 13 agosto 2007 e della successiva fase di negoziato, approvata il 20 novembre 2007 dal Comitato per lo sviluppo rurale di cui all'articolo 90 del regolamento (CE) n. 1698/2005 ha avuto l’approvazione da parte della Commissione europea con la decisione n. 5944 del 28 novembre 2007.

La Commissione europea ha preteso, così come per gli altri PSR italiani e non solo, una maggiore finalizzazione degli interventi, secondo un percorso logico e conseguente fra analisi dei fabbisogni, strategia di intervento e misure proposte, con un rispetto della coerenza con gli Orientamenti strategici comunitari (OSC) 2007-2013 per lo sviluppo rurale e il Piano strategico nazionale (PSN) per lo sviluppo rurale (psd, 2,77 MB).
Ha richiesto inoltre una maggiore attenzione alle problematiche ambientali, con particolare riguardo al contrasto dei cambiamenti climatici, con una più rigorosa quantificazione e certificazione dei premi agroambientali tenuto conto dell'innalzamento degli obblighi di base (la cosiddetta baseline) introdotti nell'attuazione del premio unico del primo pilastro della politica agricola comunitaria (PAC), come il rispetto della condizionalità, ecc.
È stata richiesta infine una grande concentrazione degli interventi dell'asse III (Qualità della vita nelle zone rurali e diversificazione dell'economia rurale) per la diversificazione delle attività nelle zone rurali nonché una chiara demarcazione degli interventi con gli altri fondi strutturali (Fondo europeo di sviluppo regionale, FESR; Fondo sociale europeo, FSE e Fondo europeo per la pesca, FEP) ed i relativi programmi.

In tal senso un notevole lavoro di adeguamento è stato fatto; alcune misure, azioni e sottoazioni sono state stralciate o ricollocate e la precedente loro dotazione finanziaria è stata "parcheggiata" su altre misure, senza modificare l’equilibrio finanziario fra gli Assi del programma.  Molte di esse potranno essere riproposte dopo gli opportuni approfondimenti e una migliore giustificazione in modifica al programma approvato, a partire dal 2008 e secondo le modalità previste dalla regolamentazione comunitaria; occorre sempre ricordare che la durata del programma è di sette anni (fino al 31 dicembre 2013) più un biennio supplementare per la conclusione dei pagamenti (sino al 31 dicembre 2015).

  • Programma di sviluppo rurale 2007-2013 (pdf, 4,76 MB) riadottato con deliberazione della Giunta regionale n. 44-7485 del 19 novembre 2007 e approvato con decisione della Commissione C(2007) 5944 del 28 novembre 2007.

Allegati

Documenti preparatori

Programmazione strategica a livello comunitario - art. 9 del reg. (CE) 1698/2005

Programmazione strategica a livello nazionale

Programmazione strategica a livello regionale - art. 80 del reg. (CE) 1698/2005

Proposta di Programma di sviluppo rurale della Regione Piemonte

La prima proposta di Programma di sviluppo rurale (PSR) 2007-2013 della Regione Piemonte è stata articolata secondo l'indice stabilito dalla Commissione europea nell'allegato II del regolamento (CE) n. 1974/2006 (pdf, 333 KB) di applicazione del regolamento (CE) n. 1698/2005 (pdf, 216 KB) sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR), il nuovo fondo che sostituisce il Fondo europeo di orientamento e garanzia in agricoltura (FEOGA).

Il testo, approvato con DGR n. 48-5643 del 2 aprile 2007, è suddiviso nelle seguenti parti:

Osservazioni della Commissione europea

La proposta di Programma di sviluppo rurale è stata trasmessa ufficialmente alla Commissione europea il 16 aprile 2007. I servizi della Commissione ne hanno valutato i contenuti dal punto di vista della coerenza con gli orientamenti strategici comunitari, con il piano strategico nazionale e con il regolamento (CE) n. 1698/2005 e hanno indirizzato il 13 agosto 2007 le relative osservazioni.

Modifiche, integrazioni ed approvazione del testo definitivo

La proposta di Programma, modificata e integrata a seguito delle osservazioni della Commissione europea del 13 agosto 2007 e della successiva prima fase di negoziato con i servizi della DG AGRI, è stata inviata il 29 ottobre 2007 alla Commissione europea, per il tramite del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali e del Ministero dell'economia e delle finanze, mediante il sistema di trasmissione elettronica SFC2007 (System for funds management in the European Community).

Fino a metà novembre il testo è stato oggetto di un'ultima consultazione interna delle Direzioni interessate della Commissione europea, al termine della quale non sono state richieste alla Regione ulteriori modifiche e integrazioni.
Esso accorpa le precedenti parte I "Aspetti generali" e parte II "Misure" in un unico documento.

La versione definitiva del PSR, sottoposta al parere del Comitato per lo sviluppo rurale e approvato dallo stesso il 20 novembre 2007, ha ricevuto successivamente l'approvazione definitiva da parte della Commissione europea con la decisione n. 5944 del 28 novembre 2007 diventando a tutti gli effetti il Programma di sviluppo rurale della Regione Piemonte.