Regione Piemonte - Agricoltura - Zootecnia

In questa pagina:



Selezione e miglioramento genetico in zootecnia

La selezione ed il miglioramento genetico, realizzati prevalentemente attraverso la tenuta dei Libri Genalogici e dei Registri Anagrafici (LLGG – RA) e l’effettuazione dei controlli sulla produttività (CCFF) delle principali specie e razze animali allevate, non possono essere meramente definiti come interventi ad esclusivo beneficio della singola azienda, quanto piuttosto come un processo di innovazione zootecnica facente capo ad un sistema di grande complessità, con valenza e ricaduta “collettiva”, portando risultati permanenti e definitivi nella popolazione animale di un Paese.
Il miglioramento genetico ha carattere di investimento a lungo termine, necessita di obiettivi e schemi di selezione organizzati ed univoci.

L’attuale sistema ha consentito all’Italia di realizzare un notevole progresso nella produzione di materiale genetico, nelle performance produttive e nella qualità delle materie prime zootecniche. La rilevazione e l’elaborazione dei dati relativi ai CCFF e LLGG consentono altresì di ottenere numerose informazioni integrate indispensabili per:

  • la consulenza aziendale,
  • la preservazione del patrimonio genetico,
  • la valorizzazione qualitativa e la certificazione delle produzioni animali,
  • le valutazioni di impatto ambientale e di interventi in favore del benessere animale;

L’iscrizione ai LLGG è in talune misure necessaria per l’accesso agli aiuti comunitari (es. premio accoppiato zootecnia da carne ex Reg.UE 1307/13).

Il sistema si caratterizza per l’attenzione a tutti i comparti zootecnici presenti sul territorio, dalla pianura alla montagna ed opera in tutte le realtà a prescindere dalla consistenza dei capi allevati.

Documentazione