Regione Piemonte - Agricoltura - Ricerca e sperimentazione

In questa pagina:



Convegno “Il suino leggero: opportunità per superare la crisi?”

Fossano, salone “Brut e bun” presso il Foro Boario
Martedì 5 Aprile 2011, ore 19

La sfavorevole congiuntura dell’ultimo periodo ha messo in evidenza alcuni problemi strutturali della suinicoltura italiana e piemontese, che devono essere affrontati per assicurare un futuro all’attività d’allevamento.

L’alimentazione, nel suino pesante, rappresenta circa il 59% del costo di produzione; nel secondo semestre del 2010 i prezzi del mais e dell’orzo, due delle componenti principali della razione alimentare, sono aumentati del 48,4% e del 51,3% rispetto al 2009, facendo lievitare il costo unitario di produzione ben al disopra del già insufficiente prezzo di mercato dei suini vivi. La volatilità internazionale dei prezzi delle materie prime agricole rappresenta quindi una seria minaccia per la stabilità economica dell’attività d’allevamento.

Inoltre, il prolungato calo del potere d’acquisto della popolazione ha provocato una crisi dei consumi, che ha interessato in particolare i prodotti più costosi (ad esempio i Prosciutti DOP). La sovrapproduzione italiana negli ultimi anni e l’aumento d’importazione di suini leggeri dall’estero (+20% nel 2010) sono ulteriori fattori ai quali possono essere imputati l’andamento al ribasso del prezzo dei suini.

Il settore nell’ultimo decennio si è orientato su un unico indirizzo produttivo, il suino pesante da industria. Da tempo si discute della necessità di attivare percorsi di differenziazione della produzione; oggi, la difficile situazione di mercato e la disponibilità di alcune importanti industrie di macellazione, potrebbero finalmente rendere possibile per le nostre aziende l'allevamento di un suino differente da quello pesante.

L’Assessorato Agricoltura della Regione Piemonte ha finanziato un’attività di ricerca sulla scelta e selezione del tipo genetico paterno più idoneo per la produzione del suino leggero in Piemonte e sulle sue prospettive di mercato condotta dall’Università degli Studi di Torino e dall’APS Piemonte - Organizzazione produttori suini Piemonte.

L’APS Piemonte, insieme all’Università degli Studi di Torino, propone dunque un convegno per fare il punto sulle esperienze e le ricerche in corso sul suino leggero e stimolare nuove prospettive in risposta alla crisi.

 

Presentazione dei relatori