Regione Piemonte - Agricoltura - Capacità d'uso dei suoli

In questa pagina:



Attitudine dei suoli allo spandimento dei reflui oleari

Il Regolamento regionale del 01/03/2012, n. 7/R recante “Disciplina dell’utilizzazione agronomica delle acque di vegetazione e delle sanse umide dei frantoi oleari” (pdf 165 KB), in attuazione della Legge regionale 29/12/2000, n. 61 (Disposizioni per la prima attuazione del Decreto legislativo 11/05/1999, n. 152 in materia di tutela delle acque), prevede, tra l’altro, che l'utilizzo agronomico delle acque di vegetazione e delle sanse umide sia soggetto all'adempimento di alcuni obblighi amministrativi 
Le aziende con capacità effettiva di lavorazione superiore a 2 tonnellate di olive nelle otto ore devono presentare una comunicazione contenente i dati indicati nell’Allegato A e la relazione tecnica di cui all’Allegato B del suddetto regolamento. Il punto 2.1 della parte A dell’allegato B prevede espressamente che la valutazione dell’idoneità del sito oggetto di spandimento sia condotta sulla base della carta dell’attitudine dei suoli allo spandimento dei reflui oleari.

La suddetta carta di attitudine dei suoli è, inoltre, finalizzata a fornire un supporto tecnico a tutti i soggetti comunque interessati all’utilizzazione agronomica dei reflui oleari , nel rispetto delle prescrizioni previste dalla vigente normativa nazionale e regionale per la piena attuazione delle politiche ambientali.