Regione Piemonte - Agricoltura - Servizi fitopatologici

In questa pagina:



Lotte obbligatorie e misure d'emergenza - Batteriosi dell'actinidia
Pseudomonas syringae pv. actinidiae


In evidenza

21.01.2016 | Approvazione nuovo elenco regionale delle domande di contributo ammissibili al Piano regionale di profilassi fitosanitaria del Pseudomonas syringae pv. actinidiae (PSA) batteriosi dell'actinidia annualità 2014

La batteriosi dell’actinidia è una malattia ad elevato rischio fitosanitario causata dal batterio Pseudomonas syringae pv. actinidiae che si è manifestata per la prima volta in Piemonte nel 2010 e si è diffusa rapidamente e con particolare virulenza.

A livello nazionale le misure di natura fitosanitaria da adottare per l’introduzione e la diffusione del batterio sono stabilite nel decreto ministeriale 20 dicembre 2013 e con la determinazione dirigenziale n. 68 del 23 dicembre 2014 la Regione Piemonte ha approvato il nuovo Piano di azione per il contrasto alla batteriosi dell'actinidia previste dal decreto nazionale.

Le misure di emergenza previste dal Piano devono essere attuate dalle aziende agricole, dalle aziende vivaistiche produttrici di piante e materiale di moltiplicazione di actinidia e dai privati che conducono actinidieti a livello hobbistico.

Il Settore Fitosanitario regionale svolge attività di vigilanza sull’attuazione delle misure di emergenza ed effettua indagini e sopralluoghi, anche avvalendosi di tecnici operanti sotto il suo controllo, per verificare l’andamento della presenza della batteriosi sul territorio piemontese.

Consulta il decreto ministeriale e il Piano di azione