Regione Piemonte - Agricoltura - Ricerca e sperimentazione

In questa pagina:



Vendita PF

La vendita dei prodotti fitosanitari è possibile solo se l’esercizio è stato autorizzato da parte del Sindaco e se chi è preposto alla vendita è in possesso di un certificato di abilitazione alla vendita: questi sono  requisiti obbligatori per la distribuzione sul mercato (all’ingrosso o al dettaglio) di tutti i prodotti fitosanitari destinati a utilizzatori professionali (e per ora anche per quelli destinati agli utilizzatori non professionali).
Il certificato di abilitazione deve essere esposto e ben visibile nel locale adibito a punto vendita.
La vendita dei prodotti fitosanitari non può avvenire in forma ambulante né allo stato sfuso; sono ammessi alla vendita solo i prodotti regolarmente autorizzati dal Ministero della Salute.
Il distributore è tenuto a fornire la scheda  dati di sicurezza che accompagna il prodotto (SDS) e ad informare l’acquirente sul periodo massimo entro il quale il prodotto fitosanitario deve essere utilizzato nel caso in cui l’autorizzazione sia stata revocata ed il prodotto stesso sia ancora utilizzabile per un periodo limitato.
I fornitori devono consegnare, a titolo gratuito, una scheda di dati di sicurezza (SDS) aggiornata a tutti i destinatari ai quali hanno distribuito la miscela [nei 12 mesi precedenti (?)] in caso di:

  • una miscela classificata come pericolosa ai sensi del regolamento CLP;
  • una miscela classificata come pericolosa ai sensi della direttiva relativa ai preparati pericolosi (fino al 1° giugno 2015); (ma questa frase si sede ancora mettere?)
  • una sostanza persistente, bioaccumulabile e tossica (PBT) o molto persistente e molto bioaccumulabile (vPvB), ai sensi del regolamento REACH (allegato XIII);
  • una sostanza inclusa nell'elenco delle sostanze candidate alla sostituzione (Reg. UE 2015/408 dell'11 marzo 2015).

Alcune situazioni richiedono l'aggiornamento e la riemissione della scheda di dati di sicurezza:

  • quando diventano disponibili nuove informazioni sui pericoli o informazioni che possono influire sulle misure di gestione dei rischi;
  • dopo che è stata concessa o rifiutata un'autorizzazione a norma del regolamento REACH;
  • dopo che è stata imposta una restrizione a norma del regolamento REACH.

Ogni anno, entro il 28 di febbraio,  i titolari degli esercizi di vendita sono tenuti a trasmettere al Sistema Informativo Agricolo Nazionale  (SIAN) del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali le schede informative sui dati di vendita dell'anno precedente.

È ribadito l’obbligo di registrazione della vendita di tutti i prodotti fitosanitari. I registri sopraccitati possono essere compilati con l’ausilio di sistemi informatici.

Informazioni per i venditori/distributori