Regione Piemonte - Agricoltura - Agrometeorologia

In questa pagina:



Fenologia

Le informazioni fenologiche costituiscono la base di partenza per lo sviluppo di conoscenze modellistiche diagnostiche e previsionali riguardanti i calendari vegetativi ed i risultati produttivi delle principali colture agrarie. In passato sono state condotte campagne di rilevamento diretto di fasi fenologiche sulle principali colture agrarie piemontesi. Purtroppo tale attività richiedeva un impegno o umano od economico non indifferente per cui l’iniziativa è stata abbandonata.

Le moderne tecnologie ICT consentirebbero oggi l’impostazione di attività di monitoraggio specifico su siti pilota. Pertanto questo aspetto potrebbe essere ripreso in futuro vista anche la riconosciuta importanza di queste informazioni da parte delle normative europee e nazionali

I modelli fenologici

Le informazioni derivanti dalle osservazioni dirette hanno costituito in ogni caso una base molto importante per lo studio di modelli fenologici.
Il tentativo dell'uomo di comprendere i meccanismi che governano la natura ha portato negli anni a sviluppare una serie di strumenti che dovrebbero aiutare a spiegare e a modellizzare il comportamento delle colture agrarie basandosi essenzialmente su fattori climatici.
Sono così nati indici bioclimatici empirici, che in qualche modo hanno cercato di quantificare le esigenze dei vegetali in funzione delle grandezze climatiche. Le ultime generazioni di modelli sono molto più complesse e cercano di spiegare, con appositi algoritmi, anche il perché un vegetale si comporta in un certo modo in funzione del clima.
È soprattutto a questi modelli che oggi si rivolge l'agrometeorologia utilizzando tutti i dati di base, misurati o stimati, a disposizione per tradurli in comportamento vegetativo e produttivo delle colture agrarie. Da questi deve emergere una categoria di strumenti adattabili ad ambienti diversi ed utili per seguire l'evoluzione della coltura nel corso della stagione in funzione dell'andamento climatico, esprimendo quindi giudizi previsionali sulle successive fasi fenologiche.
Questi dati costituiscono la base per l'applicazione di modelli di crescita e produttività delle colture agrarie, per il perfezionamento di modelli fitopatologici, per la caratterizzazione delle produzioni piemontesi inserite in un determinato ambiente.

Banca dati della rete fenologica del Piemonte

La raccolta di dati fenologici e produttivi relativi alle principali colture agrarie di un territorio costituisce un supporto conoscitivo importante che, se accoppiato al dato meteorologico e colturale, può dare origine a servizi ed applicazioni finalizzati al miglioramento della gestione delle colture.
Questi dati costituiscono la base per l'applicazione di modelli di crescita e produttività delle colture agrarie, per il perfezionamento di modelli fitopatologici, per la caratterizzazione delle produzioni piemontesi inserite in un determinato ambiente.
La banca dati raccoglie oggi due anni completi di dati, archiviati in ambiente Access, relativi alle nove principali colture piemontesi rilevate dalla rete fenologica: frumento, orzo, mais, riso, vite, melo, pesco, actinidia e nocciolo.