Regione Piemonte - Agricoltura - Biodiversità

In questa pagina:



Tutela del germoplasma

L'impoverimento ed il restringimento della base genetica dei viventi è problema che ha assunto negli anni dimensione planetaria e del quale hanno preso lentamente coscienza governi ed organismi internazionali.

A partire dagli anni '70 la Comunità Scientifica inizia ad interessarsi delle risorse genetiche mondiali e, con la dichiarazione di Stoccolma del 1972, l'ONU presenta una risoluzione per la costituzione di banche per la raccolta e la salvaguardia del materiale genetico delle specie animali e vegetali.

Più recentemente la Convenzione sulla diversità biologica, sottoscritta a Rio de Janeiro nel 1992 da 153 Paesi, sancisce l'importanza della conservazione del patrimonio biologico della Terra riconoscendone il valore, espresso sinteticamente con il termine biodiversità.

L'interesse della Regione Piemonte verso il patrimonio autoctono vegetale ed animale si è ormai concretizzato nel finanziamento di numerosi studi i cui risultati sono già stati pubblicati. Con questi lavori si è cercato di salvaguardare la biodiversità e di mantenere in coltura produzioni agricole fortemente legate al territorio piemontese e alle sue tradizioni.

Germoplasma del melo

La pubblicazione scaricabile da questa pagina, frutto di ricerche e sperimentazioni finanziate negli anni dalla Regione Piemonte e condotte dall'Universita' di Torino, contiene 129 schede pomologiche riportanti, per ciascuna cultivar, le caratteristiche dei frutti, l'epoca di fioritura e quella di raccolta, l'area di coltivazione.
Le schede sono corredate da immagini utili al riconoscimento. Lo studio, realizzato dal Professor Giancarlo Bounous e dai suoi collaboratori del Dipartimento di Colture arboree, e' arricchito da un approfondimento sulla melicoltura in Piemonte e dalla descrizione della metodologia di lavoro adottata per la caratterizzazione delle cultivar individuate.

ANTICHE CULTIVAR DI MELO IN PIEMONTE (pdf, 14,799 KB)

Germoplasma del pero

Il volume presente in questa pagina è stato redatto con l’obiettivo di fornire uno strumento per riconoscere le 31 antiche varietà di pero presenti in Piemonte.
Queste schede pomologiche sono il risultato di un attento studio sul recupero e la caratterizzazione di antiche varietà di pero, condotto dall’Università degli Studi di Torino assieme all’Istituto professionale Statale per l’Agricoltura e l’Ambiente di Fossano.

ANTICHE CULTIVAR DI PERO IN PIEMONTE (pdf, 4,321 KB)

Germoplasma del ciliegio

La pubblicazione presente in questa pagina si propone di fornire una guida per il riconoscimento varietale degli antichi ecotipi di ciliegio. Queste schede sono il risultato di un attento studio sul recupero e la caratterizzazione di antiche varietà di ciliegio, condotto dal Dipartimento di Colture arboree dell’Università degli Studi di Torino in collaborazione con l’associazione F.A.COL.T - Frutticoltori Associati della Collina torinese.

ANTICHE CULTIVAR DI CILIEGIO (pdf, 3,689 KB)

Germoplasma orticolo